Pasticciare - Dietologia_Roviglio

Vai ai contenuti
Obesità Sovrappeso
Pasticciare ... volendo dimagrire !

Una particolare forma di sovrappeso che nell'ultimo decennio ha avuto uno sviluppo di tipo epidemico è il

Disturbo del Comportamento Alimentare.

I medici anglosassoni che per primi hanno osservato e descritto questo quadro lo chiamano : binge eating disorder che, in senso metaforico, potrebbe essere tradotto con sbronza da eccessivo introito di cibo.
Possono distinguersi due tipologie di comportamenti scorretti :

a) mangiando in maniera frenetica non spinti da fame, ma da variazioni dell'umore;

b) essere vittima di attacchi ossessivi compulsivi
Il rapporto tra ansia e cibo è conosciuto da tempo ed è frequente che ciascuno qualche volta nella vita ne cada vittima. Diverso è cercare ed ingurgitare il cibo abitudinariamente ad comparire di pensieri e situazioni che possono generare ansia, anche di minima intensità. Alcuni autori asseriscono che questi soggetti sono affetti da in disturbo alimentare psicogeno.
A mio parere questo cmportamento nasconde un quadro di stimia , ossia una lieve ma persistente forma di depressione.
In altre persone la molla che le conduce alla ricerca compulsiva di alimenti (generalmente a base di farinacei ricchi di grassi) è una reazione ad un evento stressante o un atteggiamento depressivo del carattere.
Soggetti melanconici che non riescono ad affrontare le problematiche della vita, si rifugiano nel cibo come unica soluzione che riescono a trovare.
Potrebbe essere adeguata anche la definizione di disturbo da alimentazione incontrollata : esiste una incapacità a resistere agli stimoli alimentari che nella nostra società sono sovrabbondanti.
Gelaterie, pasticcerie ma soprattutto le panetterie che vendono anche e soprattutto cannoli, brioche, panettoni, colombe e dolci di ogni tipo, sono disseminate per le vie della città.
I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento e non sostituiscono la visita medica
Torna ai contenuti